Diventare allevatore di cani | Disciplina, addestramento e amore | Diventare
Cerca ciò che vuoi diventare:

Diventare allevatore di cani

allevatore di caniI cani sono la vostra passione e avreste sempre desiderato aprire un allevamento, per vedere nascere e crescere i cuccioli, aiutandoli nello svezzamento e assistendo a tutte le fasi della loro crescita e dello sviluppo? Allora proseguite nella lettura di questo articolo e potreste trovare la risposta ai vostri desideri.

Per diventare allevatore di cani, oltre a nutrire un grande amore verso gli animali, occorre mettere in chiaro alcuni punti di fondamentale importanza. Essi sono prettamente tecnici e riguardano più il versante pratico e burocratico, però sono necessari per poter avviare una proficua attività in tale settore. Innanzitutto, qualora si volesse diventare allevatore di cani, è necessario scegliere la razza da allevare: può sembrare ovvio questo punto, pur tuttavia occorre valutare molti fattori per compiere tale scelta, come ad esempio la concorrenza e gli allevamenti già presenti sul territorio per quanto concerne le singole razze, la richiesta di quegli specifici cuccioli sul mercato, i costi dei cani, il loro sostentamento e la manutenzione, oltre alla loro adattabilità sul territorio. Per fare un esempio banale, che però può servire a far capire tale concetto: mettiamo ad esempio che una persona voglia diventare allevatore di cani in Trentino Alto Adige, e desideri allevare levrieri afghani. Capiamo tutti che tale passo potrebbe costituire un problema, in quanto tale razza è abituata a vivere in territori desertici e molto caldi, e le fredde temperature del nord Italia potrebbero compromettere la salute dei cuccioli.

Un altro fattore che chi vuole diventare allevatore di cani deve tenere in seria considerazione è lo spazio destinato all’allevamento e al numero di capi che prevede di ospitare: qualora si avesse uno spazio ristretto, è opportuno valutare attentamente sia la quantità di animali sia la grandezza della razza di cani da allevare.

Chi vuole diventare allevatore di cani deve contemplare numerosi fattori, i quali sono fondamentali per poter effettuare poi una verifica a distanza di tempo dall’apertura dell’allevamento, in modo da verificare se esso ha avuto successo o meno. Le variabili sopracitate sono solo alcune, ma si ricollegano a un punto fondamentale, ovvero quello economico. Occorrono infatti dei fondi per poter diventare allevatore di cani e avviare un allevamento da cui registrare i profitti.

Qualora si volesse diventare allevatore di cani a livello amatoriale, è necessario non superare le trenta nascite all’anno e avere un numero di fattrici non superiore a 5: in tal caso non occorre iscriversi alla Camera di Commercio né aprire una partita Iva. Nel caso invece cui le fattrici e le nascite fossero superiori, occorre iscriversi alla sezione “altri” della Camera di Commercio, aprire la partita Iva e richiedere la licenza a detenere animali presso l’unità ambientale del proprio Comune di appartenenza.

Se hai una grande passione per gli animali e in particolare per i cani, desideri avviare una proficua attività in proprio e vuoi rendere concreto il tuo desiderio di diventare allenatore di cani, compila il form che troverai al termine di questo articolo. Nel giro di pochi giorni verrai contattato dai nostri esperti che ti aiuteranno a realizzare il tuo obiettivo!


Richiedi Informazioni Gratuitamente: