Diventare promotore finanziario

15 Novembre, 2013 Off Di diventare.net

che fareMolti giovani, ma anche molti adulti capaci e volenterosi, desiderano oggi entrare nel mondo della finanza, intraprendendo la carriera di promotore finanziario. Vediamo nello specifico di cosa si occupa questa figura e cosa bisogna fare per diventare promotore finanziario.

Il promotore in ambito finanziario è una figura professionale che svolge l’importante ruolo dell’agente addetto alle vendite, abilitato a dare impulso e a collocare i prodotti di investimento di una determinata banca, di una SIM o di una SGR e a raccoglierne il denaro fuori dalla sede. Si tratta di una professione che è possibile svolgere in qualità di dipendente di una determinata committente. Quest’ultima si espone come responsabile dell’operato del promotore, rispondendo anche di eventuali comportamenti perseguibili a livello penale.

Per diventare promotore finanziario è necessaria l’iscrizione all’Albo dei Promotori Finanziari, registrazione subordinata al possesso di alcuni fondamentali requisiti di onorabilità e professionalità, stabiliti dal decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che, in merito, ha tenuto in considerazione il parere della Consob. Tali requisiti sono riconoscibili nel possesso del diploma di scuola superiore (o quadriennale, ma integrato dall’ultimo anno come previsto per legge) e nel superamento dell’esame che la Consob indice periodicamente. Tale esame per diventare promotore finanziario viene istituito tre volte all’anno e viene reso visibile sulla Gazzetta Ufficiale. L’esame consiste in una prova scritta (quella orale è stata soppressa) che consta in 60 domande a risposta multipla sulle seguenti materie di studio: disciplina dell’attività di promotore, principi di diritto privato e tributario, diritto dei mercati finanziari, economia dei mercati finanziari e matematica finanziaria. Al riguardo, sono le stesse banche a organizzare dei corsi a tema per preparare gli aspiranti all’ esame che dovranno affrontare per diventare promotori finanziari, mettendoli in tal modo già alla prova. Per chi, invece, ha già svolto alcune professioni inerenti al mercato finanziario, come ad esempio il funzionario e il dipendente di banca e di SIM, l’agente di cambio o il negoziatore abilitato a operare nei mercati regolamentari, è possibile diventare promotore finanziario senza sottoporsi all’esame.

La cancellazione dell’Albo può avvenire, invece, in relazione alla perdita dei requisiti di onorabilità, su domanda del promotore stesso e per il mancato pagamento del contributo di vigilanza. Tuttavia, a seguito del rinnovato possesso dei requisiti, è possibile riscriversi all’Albo.

Un promotore finanziario di successo oltre al background di conoscenze e competenze deve essere socievole e propenso ai rapporti interpersonali, deve possedere buone capacità retoriche e comunicative ed essere, ovviamente, serio e affidabile.

Occorre, inoltre, sottolineare che, solitamente, il promotore finanziario è un libero professionista e, quindi, non percepisce una retribuzione stabile e fissa, ma ottiene delle provvigioni proporzionali al fatturato realizzato. Pertanto, per chi mira a diventare promotore finanziario, è fondamentale anche possedere un certo spirito imprenditoriale e buona dose di intraprendenza per muoversi con successo in questo mondo.

Per chi desidera ottenere ulteriori informazioni e dettagli su come diventare promotore finanziario, può compilare il form. In tal modo potrete conoscere tutto ciò che occorre sapere per intraprendere questa carriera con successo nell’ambito finanziario.